info@ipaziabooks.com

LUCA FEDELE – Impasse Des Beaux Yeux

Impasse des Beaux Yeux è una silloge la cui composizione attraversa un arco temporale di sette anni, e in cui l’io-lirico, le sue trasposizioni e la sua negazione si prendono prepotentemente la luce della ribalta. A impreziosirla sono quindi i linguaggi, i luoghi, le ombre delle anime incontrate dal poeta. Il tratto intimistico testuale detta una cifra criptica grazie alla quale ogni componimento smette di essere mero moto dello spirito e diventa oggetto costruito con parole che denotano e connotano all’infinito. Ogni poesia si fa insomma infiorescenza che nasce dalle contraddizioni e dai cortocircuiti dell’io-che-scrive, mentre l’impasse è fondamentalmente condizione oggettiva del componimento, è lo stallo alla scrivania, l’immagine compagna che si traduce, si deforma, si trasforma sul foglio.

————–

Luca Fedele – Filologo, laureato alla Federico II di Napoli, appassionato di analisi tecnica di testi poetici e letterari. Nella sua prima silloge, Impasse des Beaux Yeux, lo guida una poetica resa da una scrittura lirica scomposta rispetto all’ordine formale, dominata dall’imperativo beckettiano: «Non c’è niente da esprimere, niente con cui esprimere, nessuna capacità di esprimere, nessun desiderio di esprimere, insieme all’obbligo di esprimere».

 

 

 

 

_____________________